Home
Azienda
Servizi
L'Ambiente
Obbiettivi
Materiali Trattati
Info

Servizi - Acquisto

La nostra società acquista su tutto il territorio nazionale rottami ferrosi e metallici per acciaieria.

Grazie ai propri consolidati e collaudati canali di distribuzione, alla conoscenza del materiale più adatto alle esigenze delle singole acciaierie, siamo in grado di valorizzare nel modo migliore il materiale dei nostri fornitori trovandone la collocazione ottimale.

La società dispone di propri vettori che, se richiesto dal fornitore, si occupano del trasporto dei rottami dal magazzino o deposito alla acciaieria di destinazione.

Scarica in formato pdf. il documento "STOCCAGGIO".

CERTIFICAZIONE ISO - pag1. - pag2. - pag3. - pag4.

.........................................................................................................................................................................................

 

Rottamazione e radiazione auto

La nostra società si occupa di rottamazione e radiazione di autoveicoli rimorchi e simili su tutto il territorio nazionale mediante un servizio serio e professionale.
Siamo una delle poche aziende, associati ACI (Automobil Club d’ Italia) e ADA (Associazione Demolitori Autorizzati).

Come demolire l'auto:

VEICOLO FUORI USO
Classificato rifiuto speciale pericoloso deve essere quindi conferito, per la demolizione, ad un centro autorizzato ai sensi e per effetto della normativa vigente

MODALITA' DI CONFERIMENTO
Il proprietario, personalmente o tramite incaricato, può conferire il veicolo fuori uso direttamente presso il centro di raccolta o, in caso di acquisto di altro veicolo, può consegnarlo al concessionario che provvederà successivamente al conferimento presso gli appositi centri di demolizione.
Il veicolo,qualora necessario, può altresì essere ritirato a domicilio o presso altro luogo di stazionamento. Tale trasporto dovrà avvenire utilizzando specifici automezzi appositamente autorizzati in dotazione abituale del centro di demolizione.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA
Il veicolo fuori uso deve essere conferito provvisto di:

· carta di circolazione;
· foglio complementare e/o certificato di proprietà;
· targa anteriore e posteriore.

In caso di mancanza di tali elementi è necessario produrre documentazione sostitutiva:

· denuncia in originale rilasciata dagli organi di polizia in caso di smarrimento, distruzione o furto;
· verbale o sentenza in originale rilasciato dagli organi competenti in caso di ritiro per mancata revisione, sequestro o confisca;
· copia del codice fiscale e del documento identificativo (carta di identità, passaporto o patente) dell'intestatario del veicolo;

In caso di conferimento a mezzo soggetti non intestatari si deve inoltre produrre:

· documenti identificativi dell'incaricato;
· delega/procura in carta libera sottoscritta dall'intestatario (procedura legge Bassanini ter).

Per i veicoli in locazione finanziaria è necessario produrre apposita dichiarazione rilasciata dalla società di LEASING, in qualità di proprietaria intestataria, che autorizzi la demolizione del veicolo.
Il veicolo intestato a soggetto deceduto, deve essere conferito per la demolizione corredato inoltre di dichiarazione sostitutiva di notorietà rilasciata da un erede avente titolo a disporre del bene.

.........................................................................................................................................................................................

RESPONSABILITA' CONNESSE AL POSSESSO DEL VEICOLO
Il gestore del centro di raccolta o il concessionario, rilascia al proprietario/intestatario, un certificato di "presa in carico" con il quale si assume la responsabilità del veicolo nonché l'impegno a provvedere direttamente alla cancellazione presso il Pubblico Registro Automobilistico.
La responsabilità civile, penale ed amministrativa del proprietario/intestatario del veicolo, decade con il possesso del certificato rilasciato dal centro di raccolta autorizzato che ha preso in carico il veicolo destinato a demolizione.

Ai fini dell'interruzione dell'onere della tassa di proprietà (bollo auto), viene ritenuta valida la data riportata sul certificato di "presa in carico" rilasciato dal centro di raccolta autorizzato. A tale proposito, in caso di contestazione da parte dell'Ufficio del Registro, dovrà essere prodotta copia originale o autentica del certificato stesso.

Il proprietario del veicolo destinato a demolizione, assolve il proprio obbligo connesso al suo corretto smaltimento e/o recupero affidando tali operazioni a soggetti autorizzati. Conseguentemente, decade la responsabilità prevista dalla norma ambientale.

SANZIONI PREVISTE
Il mancato conferimento del veicolo fuori uso all'apposito centro di raccolta autorizzato è assoggettato a sanzioni amministrativa pecuniarie secondo la normativa vigente.

CONFERIMENTO VEICOLO FUORI USO PRESSO CONCESSIONARIO
Il proprietario di un veicolo destinato alla demolizione può conferire il veicolo stesso presso un Concessionario auto qualora intenda acquistarne uno nuovo.

PROCEDURA OPERATIVA
Il veicolo, corredato di tutta la documentazione necessaria, viene consegnato presso la sede della Concessionaria, per il successivo conferimento presso il centro di autodemolizione. Il Concessionario rilascia al proprietario il certificato di "presa in carico".

.........................................................................................................................................................................................

L'ATTIVITA SVOLTA DA UN CENTRO DI RACCOLTA E IMPORTANTE!
Rivolgendoti ad un autodemolitore autorizzato potrai evitare di incorrere in sanzioni sia penali che amministrative.

Anche la normativa italiana si è adeguata alle normative europee, chiunque sia in possesso di un veicolo al momento della sua dismissione deve dimostrare di averlo consegnato ad un centro di demolizione in grado di assicurarne la cancellazione dal PRA, il corretto smaltimento ed il massimo recupero dei materiali riciclabili. (sanzioni art. 50 D.Lgvo 22/97 e successive modifiche).
Oltre alla salvaguardia ambientale, l'obiettivo di raggiungere il riciclaggio del 100% dei materiali che costituiscono l'autovettura, può essere realizzato solo inquadrando in una logica organizzata e qualificata il fine vita dell'auto.
Questo significa ottenere il massimo recupero di materia prima, sia essa destinata alla produzione di altri componenti o impiegata per generare energia dai materiali organici non riciclabili.
Dopo avere effettuato un'accurata messa in sicurezza, che consiste nello smontaggio di batteria e marmitta e nel drenaggio di tutti i liquidi pericolosi (benzina, olio, antigelo, etc.) ed aver selezionato tutti gli elementi riciclabili, le carcasse auto sono pronte per essere avviate alla frantumazione, appositi impianti che provvedono alla riduzione volumetrica (macinazione) per separare i metalli ferrosi dalle rimanenti componenti non ferrose.

Le auto di fabbricazione recente sono progettate per consentire un’alta percentuale di riciclaggio dei componenti utilizzati. Questa filosofia produttiva risponde a precise esigenze ambientali dettate dalle norme europee. L’attenzione dei costruttori e degli operatori del settore ai problemi ecologici è il primo passo per offrire evidenti vantaggi in grado di migliorare la qualità della vita, ma richiede anche un piccolo sforzo da parte di ognuno di noi.

Se abbandoni la tua auto o la affidi nelle mani sbagliate, avrai perso la possibilità di fare qualcosa di concreto per salvaguardare l’ambiente.

.........................................................................................................................................................................................

CHE COS’É UN CENTRO AUTORIZZATO?

Un centro di raccolta veicoli a motore, rimorchi e simili destinati alla demolizione è regolamentato da norme in materia ambientale ed assoggettato a leggi di Pubblica Sicurezza (art. 46 D.Lgs. 22/97).

- La gestione di tale attività è consentita solo previo conseguimento di speciali autorizzazioni che vengono rilasciate previa verifica di requisiti tecnici e morali. Autorizzazioni che impongono severe prescrizioni e garanzie finanziarie a tutela della salvaguardia ambientale.

- Tutto ciò per garantire il corretto smaltimento del veicolo fuori uso e tutelare l’utente che conferisce un "rifiuto speciale" di cui è responsabile civilmente e penalmente.

Oggi l’utente viene esonerato da ogni responsabilità solo affidando il suo veicolo fuori uso ad un centro abilitato per legge a rilasciare la certificazione necessaria a tale scopo ed a provvedere direttamente alla cancellazione dal Pubblico Registro Automobilistico.

Solo la data indicata sulla certificazione rilasciata dal centro di raccolta è ritenuta valida come "data certa" ai fini dell’interruzione del pagamento del bollo/auto. Circolare Ministero delle Finanze 122/98.

.........................................................................................................................................................................................

LE SINGOLE PARTI E IL LORO DESTINO

Le carcasse

Le carcasse bonificate e trattate raggiungono gli impianti di frantumazione. Le carcasse vengono trattate in modo particolare per ottenere il massimo recupero di materiali e la diminuzione della parte denominata fluff.
I materiali ferrosi ed i metalli leggeri vengono avviati alle fonderie, mentre per il fluff, la cui destinazione attualmente è la discarica, è in fase di sperimentazione il suo utilizzo come materiale combustibile con recupero energetico.

Il Fluff

Il fluff è composto essenzialmente da materiali organici con un alto potere calorifico, mediamente pari a quello dei combustibili naturali ed in alcuni casi è anche maggiore, che lo rendono particolarmente idoneo al recupero energetico.
Grandi aziende stanno sperimentando le migliori modalità tecnologiche per l'utilizzo più efficiente e sicuro nella combustione finalizzata al recupero energetico.

Le Imbottiture

Per la rimozione delle imbottiture dei sedili vengono utilizzate delle tecniche rapide ed economiche, può infatti bastare piccola attrezzatura manuale.
In seguito, le imbottiture vengono compresse sino ad 1/10 del loro volume originale, in modo da facilitarne il trasporto presso la ditta riutilizzatrice, dove vengono ulteriormente sminuzzate ed additavate con una resina legante.
Il prodotto ottenuto visivamente appare come un grande cilindro che, una volta laminato, andrà a costituire il materassino utilizzato come sottostrato delle moquette.

Le Marmitte Catalitiche

Le marmitte catalitiche sono composte anche da metalli pregiati, tuttavia il loro riciclaggio è stato attivato da poco tempo.
Il flusso di recupero di tali componenti, montati obbligatoriamente su tutti i nuovi modelli immatricolati a partire dal Gennaio 1993, e stato organizzato in collaborazione con ditte specializzate.
Il circuito prevede la raccolta delle marmitte presso i demolitori, il trasporto delle stesse presso un azienda che procede all'apertura del catalizzatore ed all'estrazione del monolito.
Successivamente il monolito viene frantumato e macinato sino ad ottenere una polvere da cui si procede all'estrazione dei metalli preziosi.

I Paraurti

Tutti i paraurti in polipropilene, nonché certi tipi di fasce e carenature, vengono smontati e stoccati.
Tali parti vengono frantumate attraverso appositi mezzi mobili, e quindi trasportate presso aziende autorizzate alla rigenerazione del materiale plastico.
Il materiale viene lavato e sottoposto ad un processo di flottazione per separare ulteriori inquinanti quali pietre, metalli ed altri tipi di plastiche, quindi viene macinato, estruso e granulato.
Il prodotto ottenuto è utilizzato per la produzione di plance delle autovetture e le canalizzazioni di aria (effetto a cascata).

Il Vetro

Tutti i vetri, compresi i parabrezza, vengono raccolti in appositi contenitori ed avviati al centro di recupero, che provvede alla frantumazione utilizzando inoltre un particolare procedimento per separare il film plastico contenuto ad esempio nel parabrezza.
Il materiale viene quindi inviato ai grandi fabbricanti di vetro, per la produzione di bottiglie e contenitori vari.

.........................................................................................................................................................................................

Le fasi della lavorazione

Clicca sull'immagine per lo zoom.



^top
 
 
 
 
 
 
 
 
I Nostri mezzi
Trattore stradale Fiat- Iveco 190-38.

Motrice Fiat- Iveco 170-35 con gru Marchesi e cassone scarrabile.

Motrice Fiat- Iveco 190-38 con gru Marchesi e cassone scarrabile.

Rimorchio con pressa compattatrice mobile

Rimorchio

Semirimorchio
 
 
Le Ns. Attrezzature
Gru smovente Colmar 150

Gru semovente Colmar 502

Escavatore Fiat Hitaci con cesoia

Pressa cesoia Lollini

Mulino per triturazione cavi elettrici

Cesoia per metalli

Pressa per metalli

Spelacavi

Cassoni scarrabili
 
Delfino S.r.l. - p.i. 01258000809
Via Pontevecchio 89013 - Gioia Tauro (RC) - Tel. 0966 - 581108 - Fax. 0966 - 500539
info@delfino-srl.com
delfin52@delfinosrl5.191.it